Attacco all’Occidente. Cause e poteri dietro la crisi by Tancredi Bianchi

By Tancredi Bianchi

Le crisi finanziarie si trasformano in crisi dell’economia reale. Ed è esattamente ciò che è accaduto con quella iniziata nel 2007 con gli ormai famosi mutui subprime. Una crisi che è andata complicandosi in keeping with diversi motivi, geopolitici e geoeconomici. Al punto che oggi tanti accadimenti inducono a pensare a un attacco al mondo occidentale. Al tentativo di ridimensionarne il peso. Come rispondere a questo stato di cose? Le politiche, soprattutto monetarie, messe in atto finora sono d’aiuto o potrebbero nel pace avere ripercussioni unfavourable superiori ai benefici? In questa splendida lezione – destinata soprattutto, ma non solo, alle generazioni troppo giovani oggi consistent with comprendere appieno los angeles situazione che stiamo vivendo – l’Autore ripercorre gli avvenimenti dell’ultimo decennio e li analizza nel più ampio contesto di un mondo che nel frattempo si è globalizzato – fors’anche troppo velocemente – e sta vivendo una vera e propria rivoluzione tecnologica.

Show description

Read Online or Download Attacco all’Occidente. Cause e poteri dietro la crisi economica PDF

Similar italian_1 books

Svedese Semplificato - Picture Dictionary (Italian Edition)

Svedese Semplificato - photograph Dictionary (Italian variation) Imparare lo svedese! In un modo semplice e divertente in keeping with l. a. visualizzazione di immagini e linterrogazione di se stessi. l. a. gamma di immagini da aree esaminate come «ufficio, casa, cibo e bevande» a «Al di fuori, il corpo, le emozioni, labbigliamento, los angeles famiglia, le stagioni», eccImparare, tra le altre cose, i numeri della Vasaloppet (noto corsa campestre in Svezia) che, si fanno Vichinghi, ABBA e divinità norrena.

Additional info for Attacco all’Occidente. Cause e poteri dietro la crisi economica

Example text

Certo è alto il rischio di una lettura che non sappia «cogliere appieno nel segno», con una puntuale interpretazione della congiuntura economica, finanziaria e sociale dell’inizio del terzo millennio, tipica di una crisi non ancora superata. Non ho compiuto, in materia, una severa e attenta meditazione dei commenti scientifici di altri studiosi. Anche perché, per gli accademici inclini alla severa meditazione, è presto per valutare, con analisi compiutamente articolate, fatti e ripercussioni dirette e mediate.

Forse, si tratta, più limitatamente, di volere non concedere più al dollaro statunitense la funzione di moneta principale di regolamento degli scambi mondiali. La crisi considerata in queste pagine iniziò, secondo parere condiviso, con l’accertamento che una massa di crediti fondiari, nel mondo, potevano solo definirsi come concessi ed erogati ad alto rischio – subprime nella sintetica espressione della lingua inglese. La mia lettura della crisi inizia perciò con osservazioni intorno a come l’errore degli intermediari creditizi abbia potuto raggiungere proporzioni così alte, sia nella quantità sia nell’estensione.

La crisi finanziaria, poi tradottasi in crisi dell’economia reale, si è manifestata con disequilibrate gestioni degli intermediari. Pensare di superare la crisi dell’economia reale ponendo di nuovo a rischio gli equilibri economici, finanziari e patrimoniali degli intermediari può essere solo un’illusione. Crisi o rivoluzione? Secondo il dizionario della lingua italiana, la crisi è l’interruzione di uno stato di benessere o di malessere. Il superamento della crisi indicherebbe il ritorno alla situazione precedente; l’alternativa essendo un cambiamento più o meno radicale.

Download PDF sample

Rated 4.26 of 5 – based on 50 votes

Categories: Italian 1